Castions di Strada

Published: 2 mesi ago

IL PROGETTO IN “DIREZIONE OSTINATA E CONTRARIA” L’8 E IL 9 AGOSTO IN SARDEGNA!

Progetto speciale Ministero dei beni e delle attività culturali 2016 – 2017

IN DIREZIONE OSTINATA E CONTRARIA
FABRIZIO DE ANDRE’

20 anni dalla morte di Fabrizio De André
50 anni dalla pubblicazione dell’opera “La buona novella”

domenica 8 agosto ore 21.30 
Tempio Pausania

Piazza San Pietro 
“La buona novella” – Fabrizio de André versione integrale rivisitata nel 50° dell’opera 1970 – 2020

Ad eseguire le canzoni sarà un ensemble molto particolare composto da giovani musicisti: Francesco Tirelli (voce, chitarra, percussioni, arrangiamenti), Gabriele Bressan (oboe e corno inglese), Nicola Tirelli (pianoforte, sintetizzatori), Marco Bianchi (chitarra, effettistica), Leonardo Duca (violoncello), Federica Tirelli (viola) Martina Gorasso ed Emanuela Mattiussi (cori). Voci recitanti: Giuliano Bonanni e Chiara Donada. La direzione artistica del progetto è di Giuseppe Tirelli.

lunedi 9 agosto ore 21.30 

Tempio Pausania

Piazza Gallura

“In direzione ostinata e contraria” – Fabrizio De André Parole e musica per un domani per coro, soli, voci recitanti e orchestra

Progetto Parole e musica per un domani – In direzione ostinata e contraria Associazione Culturale “Le Colone”

IN DIREZIONE OSTINATA E CONTRARIA, questa frase condensa un principio individuale e sociale su cui riflettere, un’attitudine di pensiero in cui si rispecchia tutta la musica di Fabrizio De André. Ma oggi queste parole sono soprattutto una viva e necessaria realtà da praticare se si vuole contrastare la folle corsa verso l’autodistruzione avviata dalle politiche economiche e di potere di un disumano, quanto feroce, capitalismo.

La lettura-Concerto “In direzione ostinata e contraria”, con le canzoni di De André rilette alla luce di ulteriori stimoli creativi dei compositori Valter Sivilotti, Renato Miani, Daniele Zanettovich e Nicola Tirelli con le profonde parole degli attori e con le incursioni di testimonianze video-documentarie, intende essere da stimolo alla ricerca di consapevolezza, di presa di coscienza e di spirito critico per la ri-fondazione di una cultura dell’ umanità; intende creare un momento di condivisione lontano da forme di intrattenimento e codici performativi per offrire delle domande a cui ognuno può tentare di dare una propria, probabilmente sofferta, risposta.

 

Some HTML is OK